POMPE DI CALORE Principi generali

Il calore è una forma di energia, la temperatura è un indice della “qualità” di questa energia.

Qualsiasi corpo ad una temperatura maggiore dello zero assoluto possiede energia termica cioè calore.

Il calore si sposta in modo naturale dalla temperatura più alta a quella più bassa.

Più alta è la temperatura a cui è disponibile il calore, maggiori sono gli utilizzi possibili.

Il calore a bassa temperatura è normalmente considerato non utilizzabile, uno “scarto”.

L’ambiente naturale è ricco di calore a bassa temperatura.

Questo calore è disponibile nell’acqua, nell’aria, nel terreno.

Essendo a bassa temperatura non siamo abituati a considerarlo come un bene sfruttabile.

Le pompe di calore rendono utilizzabile questo calore: lo captano, ne innalzano la temperatura rendendolo utilizzabile (ne aumentano il “valore”) e lo trasferiscono all’utilizzo.

 

aa

La Pompa di Calore trasferisce energia termica in verso contrario a quello che si avrebbe naturalmente per la differenza di temperatura.

Il secondo principio della termodinamica lo rende possibile solo a spese di energia motrice. Le macchine che permettono questo trasferimento di energia sono le pompe di calore, che utilizzano il ciclo frigorifero.

Definizioni

  • Pressione: rapporto tra una forza ortogonale ad una superficie e l’area della superficie. Si misura in [Pa]. Nelle applicazioni frigorifere si misura in [bar] (1 bar = 1×105 Pa)

-Pressione assoluta: pressione misurata rispetto al vuoto

-Pressione relativa: pressione misurata    rispetto ad un valore di riferimento. Nelle applicazioni frigorifere si usa la pressione relativa, misurata rispetto alla pressione atmosferica standard.

  • Evaporazione: passaggio di stato da liquido ad aeriforme
  • Condensazione: passaggio di stato da aeriforme a liquido
  • Potenza: quantità di lavoro compiuto nell’unità di tempo. Si misura in [W], in ambito termotecnico si usa solitamente il multiplo [kW].
  • Energia: capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro. L’energia termica è posseduta da qualsiasi corpo a temperatura maggiore dello zero assoluto, in quantità proporzionale alla temperatura, alla massa e al calore specifico. Si misura in [J] nel sistema Standard. Espressa solitamente in [kWh] nell’uso pratico.

Ricordare la relazione: Energia = Potenza x tempo 1 kWh = 1 kW x 1 h = 0.5 kW x 2 h ATTENZIONE A NON CONFONDERE LE UNITA’ DI MISURA!

  • Calore: sinonimo di Energia termica. Si misura in [J] nel SI, nell’uso pratico si usano i [kWh].
  • Temperatura: indice della quantità di moto degli atomi che compongono la materia. Nell’uso pratico la confondiamo spesso con il calore. Si può considerare un indice della “qualità” del calore: più è alta è maggiori sono i possibili utilizzi dell’energia termica. Si misura in scala assoluta in °Kelvin, oppure nella scala usuale in °C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.