POMPE DI CALORE-LE FONTI DI CALORE

Per ogni fonte di calore le variabili da considerare sono fondamentalmente tutte quelle necessarie a garantire la disponibilità di energia termica in quantità e qualità (temperatura) adeguate a rispondere alle caratteristiche del progetto:

– Temperatura e variabilità stagionale

– Portate termiche minime sufficienti:

– Portata minima di acqua

– Portata d’aria

– Conducibilità del terreno

– Temperature minime e massime

Quantità, qualità, disponibilità inadeguate di energia termica dalla fonte di calore comportano:

– Malfunzionamenti e potenziali danni alle pompe di calore (necessità di dispositivi di sicurezza)

– Rendimenti e prestazioni non corrispondenti al progetto (requisiti prestazionali non soddisfatti, consumi eccessivi, riflessi negativi sulle valutazioni economiche delle attività e di altri impianti)

POMPE DI CALORE ARIA/ACQUA

aaa

Sono da considerare:

– Posizionamento dell’unità esterna, tenendo conto di:

– Spazi adeguati per la circolazione dell’aria

– Accesso e spazio adeguati per l’installazione e la manutenzione

– Supporti strutturali adeguati al peso

– Criticità legate alle emissioni sonore e alle vibrazioni

– Necessità di smaltimento di acqua di condensa e sbrinamento

– Distanze e dislivelli rispetto all’unità interna

– Passaggi per le linee elettriche e le linee frigorifere

– Disponibilità di una fonte di calore per l’integrazione alle basse temperature

 

POMPE DI CALORE ACQUA/ACQUA

aaa

Sono da considerare:

– Disponibilità dell’acqua in quantità adeguata (portata minima garantita, richiesti circa 175 litri/ora di portata per ogni kW di potenza nominale della pompa di calore)

– Qualità dell’acqua adeguata (neutra, corrosiva, incrostante, richiesta analisi di vari parametri)

– Temperatura della fonte (minima 8°C, massima 22°C)

– Profondità della falda (se > di 30 m convenienza dell’uso da verificare)

– Possibilità di realizzare il pozzo (spazi per la trivellazione, distanza dalla CT)

– Permessi e burocrazia (tempi da 1 a 2 anni, competenza delle Province e leggi regionali)

– Scarico in falda o in superficie

Requisiti dell’acqua di falda

POMPE DI CALORE ACQUA/ACQUA

Qualità dell’acqua adeguata:

limiti di impiego Legenda: + Il materiale ha generalmente una buona resistenza o se più fattori hanno questo simbolo ci possono essere problemi di corrosione

Uso sconsigliato

POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

Campi   geotermici orizzontali

aaa

Sono da considerare:

– Tipo di terreno (composizione, umidità, conducibilità termica, presenza di acqua fissa o variabile nel corso dell’anno)

– Superficie disponibile (da calcolare in funzione della densità superficiale di potenza, della potenza lineare per m di sonda, del fabbisogno energetico totale). Da considerare circa 30 m2 per ogni kW di potenza nominale della pompa di calore.

– Vincolo di utilizzo della superficie (non asfaltabile, non utilizzabile per piante con radici profonde, non utilizzabile per strutture che facciano ombra e impediscano l’assorbimento delle precipitazioni)

– Spazio disponibile per gli scavi e il movimento del terreno (stoccaggio temporaneo)

– Accessi per i mezzi di movimento terra

 

aaa

aaa

aaa

aaa

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.